Farina per pizza napoletana: quale scegliere tra le tante?


La pizza è uno di quegli alimenti cui nessuno riesce a rinunciare, grazie al suo gusto adatto al palato di tutti che è dovuto non solo dagli ingredienti quali pomodoro e mozzarella ma anche dalla farina. Un prodotto in grado di renderla soffice ed elastica.

Ad oggi vi sono molteplici farine che possono adattarsi alla realizzazione della pizza ma solo poche tra queste garantiscono il vero sapore. Generalmente la farina utilizzata per la pizza napoletana è di grano tenero, tuttavia è possibile trovare il kamut o farine idonee ai soggetti affetti da celiachia.

 

Saper usare la giusta farina è alle base di ogni professionista del settore, motivo per cui Scuola Arte Bianca propone un corso di pizzaiolo a Milano che permette, a chiunque lo desidera, di imparare l’arte del mestiere in tutte le sue sfumature partendo dall’importanza delle materie prime.

 

Non solo, Scuola Arte Bianca propone un corso specifico per la realizzazione di pizze senza glutine, così da offrire la possibilità di aprire una pizzeria per celiaci. Infatti scegliere questo corso significa andare in contro alle esigenze dei diversi clienti, nonché un’occasione per ottenere una certa visibilità. Il corso per pizzaiolo è offerto a un costo molto vantaggioso viste le garanzie assicurate dalla scuola.

 

Farina per pizza napoletana: le migliori per ogni esigenza

 

farine per pizza napoletana celiaci

 

La farina per la pizza napoletana è una soltanto come vuole il disciplinare, tuttavia per le diverse esigenze dei consumatori in base alla digeribilità e ad infiammazioni croniche, come celiachia, la farina tradizionale è sempre più sostituita da valide alternative.

Ogni farina presenta specifiche caratteristiche che la rendono adatta per uno o per diversi tipi di preparazione e ciò dipende dalla tipologia, dal suo impiego e dalla differenza tra la forza e le proteine.

A questo punto è importante precisare che la farina deriva dai cereali e i più diffusi sono: il grano (tenero o duro), il riso, il mais, l’orzo e l’avena. Nonostante ciò la farina maggiormente usata per la realizzazione di pizza, pane e dolci è di grano tenero.

 

Ad oggi esistono però altre farine utilizzate per la pizza come il kamut, prescelta per le sue proprietà nutritive e per l’alta digeribilità, oppure la farina di segale che contiene le medesime proteine del grano ma presenta una minima quantità di glutine. Oltre a questa, i soggetti affetti da celiachia possono affidarsi ad ulteriori farine a basso contenuto di glutine come la farina riso, di soia o di mais. Valide alternative alla farina di grano tenero poiché capaci di non sottrarre il gusto saporito della vera pizza.

 

La farina è composta da sostanze di certa importanza: amido, proteine solubili ed insolubili, zuccheri, grassi e sali minerali. Pertanto se gli amidi sono fondamentali poiché trattengono i liquidi, le proteine solubili hanno un valore nutritivo.

 

Tuttavia per scegliere la farina giusta per la pizza napoletana si deve tener conto del tipo e della forza di questa:

 

  • FARINA TIPO 00: La farina di tip 00 è ottenuta dalla lavorazione del seme del grano tenero e viene usata principalmente nell’elaborazione di pizza e pane. Nonostante ciò questo tipo di farina, oltre ad essere ricca di zuccheri, non apporta alcun nutriente perché durante il suo processo di macinazione vengono eliminate fibre, sali minerali e vitamine, motivo per cui molti soggetti faticano a digerirla.
  • FARINA TIPO 0: Farina ampiamente utilizzata nella produzione di pane in quanto contenente di grandi quantità di glutine.
  • FARINA TIPO 1: Questa tipologia di farina è ricca di sostanze ritenute utili all’organismo umano, infatti viene usata per la realizzazione di pizza, pane, dolci e ulteriori prodotti da forno.
  • FARINA TIPO 2: Farina di semi-integrale che lievita in maniera più lenta rispetto alla farina di tipo 00. Nonostante ciò essa viene usata per realizzare l’impasto di pane, pizza ed alcuni dolci.
  • FARINA INTEGRALE: La farina integrale non è la prescelta tra le farine in quanto difficile da lavorare, tuttavia è considerata la migliore poiché ricca di nutrienti.

 

La tipologia della farina non è l’unica a detenere una certa valenza anzi, un ulteriore elemento da tenere in considerazione è la forza della farina, ossia la capacità di assorbire i liquidi durante la fase dell’impasto nonché di trattenere l’anidride carbonica durante la sua lievitazione. Ad esempio una farina forte viene usata per prodotti a lunga lievitazione come pizza e pane, mentre una farina debole generalmente viene scelta per la produzione di alimenti come pasta frolla.

Dunque per la realizzazione della pizza napoletana si consiglia di scegliere farine medie da 180W a 260W, indice ideale per una pizza a teglia o a piatto che necessita una breve lievitazione. Per quanto riguarda invece la creazione di una pizza con un impasto maturo di lievitazione, si consiglia di usare una farina forte ossia da 270W a 350W, in grado di assorbire il 90% di liquido.

 

Una volta scelta la farina per la pizza napoletana è possibile sbizzarrirsi con diversi ingredienti, prestando attenzione alla qualità delle materie prime.

 

Scuola Arte Bianca: il miglior corso per pizzaiolo a Milano

 

corso pizzaiolo a Milano

 

Conoscere in maniera approfondita le materie prime per la preparazione di diversi cibi è uno degli scopi che Scuola Arte Bianca si prefigge e che richiede ai suoi allievi durante il corso per pizzaiolo a Milano.

 

In tal modo ogni studente viene preparato al fine di attuare gli insegnamenti ricevuti direttamente sul campo. Grazie a Scuola Arte Bianca ogni corso riconosciuto è seguito dai professionisti del mestiere che non solo preparano in maniera eccellente ogni allievo ma “svelano” i trucchi e il dietro le quinte di ogni professione.

Infatti i corsi offerti da Scuola Arte Bianca sono organizzati in due parti: la prima inerente al ruolo e all’importanza delle materie prime, dell’impasto e dell’uso dei macchinari/forni; la seconda consente invece agli allievi di inserirsi nel lavoro del settore scelto così da valutare le proprie capacità.

 

Scuola Arte Bianca è riconosciuta proprio per la preparazione dei suoi allievi che, tramite un riconoscimento nazionale, possono decidere di aprire una pizzeria anche per celiaci così da indirizzarsi verso una “nicchia” di persone che non hanno la possibilità di gustare appieno la vera pizza napoletana. Nonostante questo il corso per pizzaiolo ha un costo molto vantaggioso.

Non solo, Scuola Arte Bianca a Milano offre ulteriori corsi professionali tra cui corsi di pasta fresca, pasticceria e panificazione a prezzi contenuti dando, quindi, a chiunque l’opportunità di diventare un professionista.

 

Se vuoi aprire una pizzeria per celiaci ma non hai le conoscenze e competenze adeguate contatta o scrivi. Noi di Scuola Arte Bianca ti offriremo tutto ciò che ti occorrerà per renderti eccellente nel settore da te scelto, la qualità del nostro servizio è garantita a livello nazionale.