PIZZA ALL’ANANAS: NO COMMENT. LA PIZZA SECONDO LE VERE TRADIZIONI ITALIANE

Ebbene sì, a sfidare la pizza tradizionale napoletana ci hanno pensato gli islandesi. È loro l’ideazione della pizza condita con ananas e prosciutto battezzata “pizza hawaiana“, ma se molti ritengono che sulla pizza ci si possa mettere qualsiasi cosa, a smentire questo strano abbinamento di gusti ci ha pensato addirittura il presidente del paese che, con una battuta, ha asserito che la pizza all’ananas dovrebbe essere legalmente vietata!

Ovviamente, ciò ha alimentato una serie di polemiche che, alla fine, sono comunque rientrate quando lo stesso presidente ha cercato di ammorbidire la sua frase, rendendola una questione di gusto strettamente personale.

Ma davvero la pizza all’ananas appare come un orrore della gastronomia, oltraggio alla vera pizza tradizionale napoletana che da secoli propone solo prodotti semplici ma genuini e di alta qualità, a partire dai suoi ingredienti base: pomodoro, olio, mozzarella e basilico.

 

LA VERA PIZZA NAPOLETANA: RICETTA ORIGINALE

 

La vera pizza nasce in Italia ed è quella napoletana doc.

Conosciuta e consumata in tutto il mondo, è uno dei simboli gastronomici del nostro paese. La sua fama, unitamente alla genuinità dei prodotti utilizzati nella sua preparazione, ne hanno decretato un successo tale che è stata riconosciuta come specialità tradizionale dalla Comunità Europea e candidata a diventare patrimonio immateriale dell’umanità.

La ricetta originale della pizza napoletana parte dai suoi ingredienti primari quali: la farina, di tipo 00 e di forza media; il lievito di birra (che può essere utilizzato in entrambe le sue consistenze, fresco o essiccato); l’acqua che dev’essere naturale e tiepida, con una temperatura che si aggira intorno ai 20 gradi; un pizzico di sale. Per il condimento classico, basta della salsa di pomodoro di buona qualità, meglio se fatta in casa, mozzarella campana doc e basilico fresco.

Gli ingredienti della pizza napoletana sono semplici ma vanno scelti con grande cura. Una grande importanza assume poi la fase di lavorazione: occorre sapienza e manualità per preparare un impasto come si deve.

 

L’IMPASTO PER PIZZA NAPOLETANA

 

L’impasto della pizza napoletana richiede una lunga e attenta lavorazione, deve raggiungere una consistenza elastica e deve risultare soffice, segno che gli ingredienti sono ben amalgamati.

Una volta che la pasta si maneggia con facilità, questa viene stesa a mano, a formare un disco all’interno del quale verranno posti gli ingredienti, facendo attenzione a non toccare i bordi che dovranno pertanto risultare più alti e asciutti.

Una volta preparata, la pizza napoletana va rigorosamente cotta nel forno a legna per pochi secondi, il tempo di cuocersi e dorarsi, in modo da apparire croccante esternamente e morbida all’interno.

 

LE CALORIE DELLA PIZZA NAPOLETANA

 

Per quanto attiene alle calorie di una pizza napoletana, sono molti i nutrizionisti che la consigliano come piatto unico nella versione margherita, con un peso calorico che si aggira intorno alle 700 calorie per pizza: è un pasto sano oltre che salutare, cucinato con ingredienti tipici della cucina mediterranea.

Un aspetto di fondamentale importanza riguarda piuttosto la digeribilità della pizza napoletana, ovviamente questo dipende dal livello di temperatura che l’impasto arriva a raggiungere e per quanto tempo viene mantenuta dal momento che la lievitazione dev’essere completa.

Molti pizzaioli, forzando i tempi, arrivano a lavorare degli impasti crudi o non ancora fermentati con il risultato di causare cattiva digeribilità e pesantezza di stomaco. È evidente, quindi, che l’esperienza e la tecnica di chi lavora la pizza giocano un ruolo cruciale, per questo non è il caso di improvvisare ma è necessario seguire un corso per pizzaiolo: corsi di formazione teorica e pratico/esperienziale adeguati a fornire le giuste competenze per poter lavorare al meglio.

Un ottimo corso per pizzaiolo è quello proposto da Scuola Arte Bianca, da sempre conosciuta come marchio e garanzia di una formazione di alto livello e qualità.

 

LA SCUOLA ARTE BIANCA

 

La Scuola Arte Bianca è pietra miliare nella realtà della formazione gastronomica, simbolo di eccellenza e qualità, si avvale solo di professionisti altamente qualificati.

I settori in cui opera sono pochi e ricercati, proprio per garantire per ognuno di essi il massimo dell’attenzione e della formazione per gli iscritti.

In ambito agroalimentare, questa scuola si distingue per l’attenzione ai settori di pasticceria, pizzeria, panificazione e pasta fresca, ad ognuno dei quali sono dedicati varie tipologie di corsi, da quello base a quello master. Lavora in partnership con ristoranti ed aziende, il che porta ad una crescita basata sul confronto e sulla possibilità di contatto reale con il territorio in cui si andrà a lavorare.

Il pizzaiolo, ad oggi è certamente una figura professionale molto richiesta, ma è importante formarsi bene ed acquisire un bagaglio di conoscenze tecniche e pratiche sui prodotti alimentari della cucina italiana e straniera, a partire dalle farine che non sono tutte uguali, fino ad arrivare ai condimenti più pregiati come l’olio extravergine d’oliva.

La Scuola Arte Bianca nella sede di Milano offre, a chi vuole intraprendere questo percorso formativo, diversi specializzazioni a livello di corso per pizzaiolo tra cui: Corso di pizza per celiaci, Corso pizza classica, Corso pizza in pala, Corso master pizzaioli specializzati e molto altro.

Contattaci o compila il nostro form direttamente sul sito ufficiale per ogni informazione sui corsi dedicati.