Come progettare un negozio di panetteria


Un’ottima progettazione di un negozio di panetteria può fare la differenza tra un’attività lavorativa di successo e una che non riesce a differenziarsi dalla concorrenza. In un’epoca dove la gestione degli spazi, delle spese e della modernità è fondamentale per ottenere successo, anche la disposizione degli arredi lo è a pari livello.

Nelle prossime righe analizzeremo la progettazione di un negozio di panetteria, focalizzando l’attenzione su business plan, i requisiti minimi, i costi e le idee di arredo più idonee alle proprie esigenze.

 

Sommario:

Come progettare un negozio di panetteria

L’importanza di una panetteria innovativa

Business plan panetteria

Requisiti locale panetteria

Costi per aprire una rivendita di pane

Idee per arredare un panificio

Arredamento panificio moderno

Affidarsi ai professionisti

Conclusioni e considerazioni

 

L’importanza di una panetteria innovativa

Dati alla mano, l’84% degli italiani consuma abitualmente il pane e di questa percentuale il 39% sceglie di acquistare pane integrale. Analizzando queste informazioni è facile dedurre come le tendenze dei consumatori stiano virando verso soluzioni più innovative, volte all’evoluzione del settore stesso e alla pluralità dei prodotti in esposizione.

La varietà di prodotti offerti necessita di un’esposizione dedicata capace di attrarre l’attenzione dei clienti e di consentire loro una compera veloce e intuitiva. Per questo motivo, anche le panetterie più legate alle tradizioni, stanno rinnovando i loro negozi con tecnologie volte a semplificare l’acquisto alla clientela e ridurre drasticamente gli sprechi di spazio e risorse.

 

Business plan panetteria

Il progetto di una panetteria di livello comincia dalla pianificazione della situazione attuale e di quella in divenire. Bisogna, quindi, stabilire quelli che sono i passaggi fondamentali da portare a termine per aprire una panetteria e accontentare i bisogni non solo dei propri dipendenti, ma soprattutto dei clienti futuri.

Stilare un piano aziendale perfetto non è assolutamente semplice, ma se si hanno delle linee guida concrete è possibile portare a termine il progetto nel migliore dei modi.

Nelle linee guida del proprio business plan devono necessariamente figurare quattro macrocategorie: spese, finanziamento, clienti e strategia di marketing.

Spese: bisogna calcolare tutte le spese da sostenere nel primo anno di attività, dall’affitto del locale ai costi di arredamento e strumenti per la realizzazione del pane.

Finanziamento: vi è la necessità di valutare se le risorse finanziarie a disposizione siano sufficienti oppure bisogna ricorrere a un finanziamento bancario.

Clienti: una panetteria deve essere proporzionata alla località di riferimento e al numero di clienti possibili.

Strategia di marketing: quando si realizza una panetteria è indispensabile pianificare una strategia di marketing mirata alla conquista della clientela.

 

Requisiti locale panetteria

Determinato il business plan per la progettazione di un negozio di panetteria è essenziale identificare l’iter burocratico da seguire.

Quando si avvia un’attività di questo genere è importante non dimenticare di eseguire tali passaggi: aprire una partita IVA, iscriversi al Registro delle Imprese della provincia di riferimento, inviare la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) al Comune, richiedere al Comune l’autorizzazione per l’esposizione dell’insegna, aprire le posizioni Inail e INPS per dipendenti e proprietario, munirsi di certificazione Sab e Haccp più i permessi ASL ed infine inviare la segnalazione della panetteria alla caserma dei Vigili del Fuoco.

 

Costi per aprire una rivendita di pane

Nel proprio business plan uno dei parametri più importanti è il costo di investimento. Bisogna porsi la domanda di quanto possa costare l’apertura della panetteria e di quanto sia il budget dell’investimento iniziale.

Sebbene calcolare il costo di un locale di questo genere sia molto difficile, poiché soggetto a variazioni dei materiali e azienda costruttrice di riferimento, per una panetteria di medie dimensioni il costo di investimento iniziale è usualmente intorno ai 200 mila euro.

La ripartizione è data principalmente dal costo del laboratorio principale, che si caratterizza per un valore totale di 130 mila euro. A cui si aggiungono circa 30-40 mila euro per l’arredo del locale e i 7 mila euro di software per la gestione di tutte le componenti della panetteria e dei costi aggiuntivi.

Chi non deve sostenere dei costi di ristrutturazione può quindi contare su una spesa inferiore a 200 mila euro, mentre coloro che attueranno dei lavori aggiuntivi incrementeranno il costo finale. A queste spese devono essere aggiunte l’affitto, i costi burocratici e la pubblicità.

 

Idee per arredare un panificio

Preso atto dell’iter da seguire per creare una panetteria a norma di legge è opportuno porre l’accento su quelli che sono gli arredi al suo interno.

La clientela, sebbene abbia lo scopo di acquistare il pane oppure i prodotti tipici del negozio, e tornare a casa; nel corso del tempo sta cambiando abitudini, ricercando anche nelle panetterie qualcosa in più. Affinché si possano soddisfare le esigenze degli acquirenti è opportuno arredare il proprio locale in modo da ottimizzare gli spazi e allo stesso tempo garantire una buona mobilità.

Moltissime panetterie compiono l’errore di posizionare il bancone principale a ridosso della vetrata d’ingresso, questo è un errore rilevante che porterà la clientela a cambiare venditore. Il bancone principale deve essere posizionato in modo da accogliere chi entra, regalandogli un’atmosfera familiare che lo invogli a restare per osservare e acquistare i prodotti esposti.

 

Arredamento panificio moderno

Chi sostiene un investimento importante con molta probabilità cercherà di allestire una panetteria moderna e al passo con i tempi. I materiali e il design sono elementi essenziali per dar vita a un arredamento moderno, ma il costo sale leggermente. Un arredamento moderno parte dalla progettazione dei banconi, in cui vi deve essere la massima visibilità dei prodotti venduti e allo stesso tempo un’atmosfera calda e piacevole.

Anche le luci sono una componente essenziale in un arredamento moderno per panetteria, le lampade sono sempre molto belle da vedere, ma consumano tantissima energia elettrica. Oggigiorno architetti e designer utilizzano, per ricreare ambienti caldi, un’illuminazione con luci a LED, regolabili in intensità e direzione. Un modo nuovo di risparmiare che garantisce un effetto sorpresa sempre gradito dalla clientela più sensibile alla salvaguardia del pianeta.

 

Affidarsi ai professionisti

Non tutti però hanno le competenze per cimentarsi in una progettazione così complessa, sia essa legata al business plan oppure all’arredamento. Affinché tutti possano realizzare la panetteria dei sogni è intelligente affidarsi a dei professionisti che da anni si impegnano nell’offrire servizi volti a supportare il cliente nell’apertura di negozi alimentari, siano essi panetterie, pizzerie oppure di altra tipologia.

Scuola Arte Bianca di Milano può essere la soluzione ideale per chi ha la necessità di progettare un negozio di panetteria, ma non vuole commettere errori banali di valutazione. Consigliamo di approfondire al link di riferimento http://scuolaartebianca.it/supporto-apertura-negozi/progettazione-negozi.

 

Conclusioni e considerazioni

Realizzare una panetteria non è sicuramente da tutti, ma può essere un’opportunità per dare vita a un proprio obiettivo personale. Affinché si possa ottenere una progettazione di qualità è essenziale puntare su materiali di ottimo livello e servirsi di professionisti che sappiano perfettamente come pianificare tutte le operazioni a essa collegate.