Come diventare panettiere: il fascino e l’importanza della panificazione


Come diventare panettiere qualificato? È una domanda sempre più diffusa tra persone che grazie al pane pensano o sognano o programmano un cambiamento nella loro vita professionale.

Il pane attira infatti un’attenzione sempre più crescente e in tanti lo guardano con curiosità in quanto attore principale di un mondo lavorativo che è sì antico ma che negli ultimi anni è tornato a calcare le scene. Ancor di più da quando si parla di sana alimentazione e prodotti biologici.

Il pane è un alimento da sempre presente nella vita di tutti i giorni e sulle nostre tavole. È forse l’alimento più antico preparato dall’uomo, addirittura dai tempi del Neolitico. Abbiamo detto “forse” perché in effetti non è possibile stabilire con precisione la data corretta in cui il pane fu “inventato” – se così possiamo dire.

Alcune antiche storie e leggende narrano di rudimentali esperimenti già nel Neolitico, quando gli uomini dell’epoca tentarono di preparare delle pappe a base di acqua e cereali. Non si può peraltro escludere che, come narrano numerose altre leggende, la scoperta del pane è avvenuta quasi per caso e si deve alla dimenticanza di un impasto vicino al fuoco con conseguenti modifiche sia nella consistenza sia nel sapore.

Per tutte queste ragioni il pane è l’alimento con la più importante eredità storica al mondo. Al di là della sua genesi, il pane, se in dosi corrette, è considerato un alimento straordinario dalla maggior parte dei nutrizionisti che può – anzi deve – essere parte di una dieta alimentare sana ed equilibrata.

Non a caso le linee guida per una sana alimentazione italiana sostengono che circa il 55% delle calorie che ogni giorno assumiamo dovrebbero provenire dai carboidrati, i tre quarti dei quali dovrebbero essere di tipo complesso, proprio come quelle del pane.

Infatti il pane, in quantità misurate in funzione del proprio fabbisogno calorico, deve concorrere al raggiungimento della quota giornaliera e necessaria di carboidrati, insieme a pasta, altri cereali e patate.

Quest’ampia premessa ci serve per ribadire l’importanza che il pane ha da sempre e che tutt’oggi continua a mantenere, nonostante la diffusione di diete e regimi alimentari differenti come per esempio la dieta senza glutine.

È per questo motivo che la figura professionale del panettiere qualificato attira a sé grande interesse, soprattutto se si parla di professionisti del settore, puntando i riflettori sulla carriera che una professione di questo tipo permette di costruire.

Non possiamo nascondere che saper fare il pane in casa è una cosa, ma essere un panettiere qualificato è tutt’altra. E per diventare professionisti del settore è indispensabile una qualifica professionale da panettiere.

In altre parole, serve un corso per panettiere. E questo è proprio l’argomento di oggi: parleremo di come diventare panettiere qualificato.

 

SOMMARIO:

Come diventare panettiere: il fascino e l’importanza della panificazione

Frequentare un corso di panettiere e diventare professionisti del settore

Seguire un corso per panettiere: le 4 fasi della panificazione che un panettiere qualificato deve conoscere

La qualifica professionale: il panettiere cosa fa e quali requisiti sono indispensabili?

Il corso per panificazione a Milano di Scuola Arte Bianca

 

Frequentare un corso di panettiere e diventare professionisti del settore

Il pane è di per sé un alimento semplice ottenuto dalla miscelazione di pochi ingredienti, peraltro facilmente reperibili dappertutto: acqua, farina, lievito e sale.

Per questo motivo sono la qualità delle materie prime e le tecniche di lavorazione a fare la differenza del prodotto finale. Come acquisire le competenze necessarie per produrre un pane di alta qualità? La risposta è semplice: frequentare un corso di panettiere.

Un corso di formazione su come diventare panettiere è generalmente pensato per partire dalle basi della panificazione, dettagliando le caratteristiche delle materie prime in campo e come queste influenzeranno il risultato finale, fino a giungere alle tecniche più innovative.

L’obiettivo è sempre e soltanto uno: formare professionisti del settore di alto livello che sappiano scegliere gli ingredienti e conoscano le tecniche migliori per valorizzarli.

Soprattutto per i neofiti, avvicinarsi a questo mestiere scegliendo e frequentando un corso di formazione, che oltre a rilasciare la qualifica professionale da panettiere aiuti magari anche con l’inserimento nel mondo del lavoro, è sicuramente il primo passo da compiere.

COME DIVENTARE PANETTIERE: IL FASCINO E L’IMPORTANZA DELLA PANIFICAZIONE

Seguire un corso per panettiere: le 4 fasi della panificazione che un panettiere qualificato deve conoscere

È piuttosto ovvio dire che il mercato offre molte opportunità per seguire un corso per panettiere attraverso cui:

  • specializzarsi e approfondire gli aspetti sia teorici che pratici della produzione di prodotti da forno
  • approfondire le caratteristiche peculiari delle tante materie prime disponibili in commercio
  • imparare a conoscere i meccanismi chimico-fisici relativi alla preparazione del pane
  • gestire i processi dell’impasto, della lievitazione e della cottura

In linea generale possiamo dire che un qualunque corso professionale di panettiere comprenderà, nella sua organizzazione formativa, le quattro fasi del processo di panificazione, indispensabili da conoscere a garanzia sia di una qualifica professionale da panettiere sia di un prodotto finale di qualità. Queste quattro fasi, ve le riassumiamo di seguito:

  • preparazione dell’impasto: come combinare le materie prime e come utilizzare le impastatrici per ottenere un risultato che sia il più simile possibile al pane lavorato a mano
  • formatura: conoscere il processo dell’idrolisi enzimatica dell’amido poiché i lipidi modificano la struttura del glutine e il pane prenderà la sua forma in attesa della lievitazione
  • lievitazione: approfondire la differenza dei vari lieviti e del processo di lievitazione affinché questo non sia causa di cattiva digestione
  • cottura: quarta e ultima fase della panificazione, la cottura è sempre trattata in qualsiasi corso professionale di panettiere poiché conoscere come usare in modo opportuno i moderni mezzi tecnologici è fondamentale per non compromettere la qualità dei prodotti da forno. È possibile anche che un corso per panettiere spieghi come utilizzare in modo intelligente l’automatizzazione nel campo della panificazione, senza che il pane diventi un mero prodotto industriale anzi mantenga il proprio gusto originale e le proprietà organolettiche che lo contraddistinguono.

La qualifica professionale: il panettiere cosa fa e quali requisiti sono indispensabili?

La qualifica professionale da panettiere prevede mansioni ben precise come la produzione quotidiana del pane e di altri prodotti da forno, sia dolci sia salati e solitamente lievitati, oltre che la vendita e la commercializzazione di ciò che viene prodotto all’interno del proprio laboratorio.

Quindi possiamo dire che la mansione principale di un panettiere qualificato è certamente impastare e cuocere pane, focacce, grissini, salatini, pizze, biscotti e tanto altro.

Non basta però solo impastare: quella del panettiere è anche una professione che ha a che fare anche con la creatività dal momento che sarà lui stesso a modellare il pane donandogli una forma che, perché no, nel tempo potrebbe anche diventare la firma unica e distintiva del suo lavoro.

In sostanza, quella del panettiere è una vera e propria arte, oltre che un lavoro. Non a caso si è soliti dire che la qualifica professionale da panettiere richiede anche due requisiti di grande importanza: l’abilità manuale e la creatività. Poi, va da sé, che nella gestione del processo di panificazione, il panettiere qualificato si occuperà anche di:

  • approvvigionamento delle materie prime
  • manutenzione ordinaria e straordinaria degli attrezzi e dei macchinari
  • cura e pulizia degli ambienti
  • confezionamento dei prodotti da forno
  • gestione della vendita diretta

Insomma, fare il panettiere senza competenze oggi è praticamente impossibile: è una figura che vanta una tradizione millenaria e che richiede competenze avanzate e molto tecniche dalle quali dipende non solo il successo del forno ma anche la soddisfazione dei clienti.

Ecco perché, soprattutto per chi approccia per la prima volta a questa professione ma ha deciso di costruirci su la propria carriera lavorativa, il consiglio è sempre quello di formarsi tanto e bene su come diventare panettiere e raggiungere la qualifica professionale da panettiere attraverso un corso di formazione.

Certo, per diventare professionisti del settore ci vorrà tempo e tanta, anzi tantissima pratica. Ma nella sua fatica, quella del panettiere è una mansione che ha il bello di essere democratica e si può iniziare a qualunque età, a 30, a 40, o anche a 50 anni.

Servirà seguire un corso per panettiere con passione, dedizione e visione del futuro in cui si è deciso di investire e tanta, tanta ma proprio tanta voglia di “mettere le mani in pasta” appunto.

Il corso per panificazione a Milano di Scuola Arte Bianca

Chi si ritrova oggi a essere un panettiere qualificato è spesso “figlio d’arte” nato e cresciuto in panetterie e aziende di famiglia. Ma sono tante anche quelle persone che si appassionano all’arte della panificazione durante la loro vita, magari dopo esperienze in contesti e aziende anche molto differenti o lontane dal campo dei prodotti da forno.

In situazioni come queste, ovvero in riferimento a persone che vorrebbero fare del pane il loro sbocco lavorativo e si chiedono come diventare panettiere, affidarsi a un corso di panificazione a Milano come quello proposto da Scuola Arte Bianca può fare un’enorme differenza, sia per quanto riguarda l’ottenimento della qualifica professionale da panettiere sia per ciò che riguarda il nuovo inserimento nel mondo del lavoro.

Da qui l’importanza di non demordere e scegliere con cura il corso per panettiere in cui investire il proprio tempo e le proprie risorse economiche.

Le proposte formative di Scuola Arte Bianca su come diventare panettiere si distinguono in due gruppi:

Entrambi sono tenuti da docenti certificati e professionisti del settore, apprezzati a livello internazionale e capaci di infondere la loro tecnica conoscenza e profonda passione sull’arte della panificazione a tutti i partecipanti.

Lo scopo del corso per panificazione a Milano della nostra scuola è quindi formare professionisti con solide basi teoriche e una ricca esperienza pratica così che sappiano muoversi in qualunque laboratorio in cui si ritroveranno a lavorare.

Per questo motivo il nostro corso professionale per panettiere è un vero e proprio trampolino di lancio per tutti coloro che cercano la soluzione migliore su come diventare panettiere qualificato. Se alle informazioni condivise fino a qui aggiungiamo anche che al termine del corso:

  • è previsto uno stage di 4 mesi, indispensabile per perfezionare conoscenze teoriche e abilità pratiche e per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro
  • sarà conferito un regolare Attestato di Frequenza a comprova della partecipazione al corso professionale per panettiere
  • sarà rilasciato un Attestato HACCP relativo alle norme igienico-sanitarie nel settore della produzione alimentare, valido a livello regionale, nazionale e internazionale

possiamo affermare che il corso per panificazione a Milano di Scuola Arte Bianca è un’occasione da cogliere al volo per chiunque voglia seguire un corso professionale per panettiere.

Oltre ai corsi per diventare panettiere, Scuola Arte Bianca offre anche corsi professionali di pasta fresca e corsi di pasticceria riconosciuti.

Tutte le nostre proposte sono pensate tanto per gli amatori, che vogliono coltivare la loro passione culinaria e magari trasformarla in una professione qualificata e riconosciuta, quanto per i professionisti del settore che invece necessitano di un aggiornamento professionale.

Per questo motivo i corsi che Scuola Arte Bianca offre sono sempre certificati e riconosciuti a livello nazionale.

Sei alla ricerca di un corso di formazione su come diventare un panettiere qualificato? Contattaci per avere maggiori informazioni sulle nostre proposte, non te ne pentirai.